Questo sito consente l'invio di cookie anche a terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

IT
Loading...

MEDIAPLUS

L’agenzia innovativa per media totalmente personalizzati

Per rendere le campagne ancora più efficaci, Mediaplus investiga le reazioni neuronali dei consumatori grazie all’ aiuto del neuromarketing.

Cosa succede all’interno della mente dei consumatori quando vedono una particolare pubblicità, o quando devono procedere con una decisione d’acquisto? Per avere un quadro completo di questi processi di decodifica e decisione, che avvengono principalmente all’oscuro della nostra coscienza, Mediaplus si affida ai neuromarketing.

Nel più grande studio europeo sul tema del neuromarketing abbiamo identificato quanto segue per conto dei nostri clienti: nel media planning quali formati televisivi funzionano meglio per in rispettivi brand e gruppi target? Sono le pubblicità più lunghe quelle che funzionano meglio? E quali aspetti della realizzazione di una campagna pubblicitaria fanno in modo che questa resti nella memoria a lungo termine?

Glossar

Il neuromarketing è il frutto dei risultati di due branche principali:

• i risultati derivanti da test psicologici incentrati sull'acquisizione di informazioni relative all'utente e al comportamento dei consumatori

• i risultati derivanti dai metodi di ricerca neurologica ai fini del marketing.

Questi ultimi, in particolare, dovrebbero aiutare a individuare quei modelli emergenti di comportamento dei consumatori che non trovano spiegazione nei risultati della scienza psicologica. Grazie ai metodi mutuati dalla ricerca neurologica assistita da computer, dai risultati emergono nuovi modelli da utilizzare utili a spiegare il comportamento dei consumatori.

Molte società, agenzie e istituti di ricerca ricorrono al neuromarketing per scoprire quali aree del cervello sono attivate dai messaggi pubblicitari. Unitamente alla ricerca neurologica e con l'aiuto della tecnologia diagnostica più avanzata derivata dalla medicina, vengono effettuate ricerche per individuare gli effetti prodotti dalla pubblicità e dal design del prodotto sul cervello dell'utente.

Vantaggi del neuromarketing

Il neuromarketing rappresenta un valido aiuto per effettuare ricerche nel subconscio attraverso l'analisi delle onde cerebrali generate dalle reazioni a determinati brand, alla pubblicità o a presentazioni efficaci. In questo modo, è possibile eliminare i problemi che emergono dall'impiego dei metodi tradizionali per effettuare studi di mercato, come ad esempio intervistati che non riescono a formulare risposte chiare o l'influenza esercitata sui partecipanti al sondaggio in un gruppo di intervistati.

 Di seguito riportiamo un esempio: da uno studio è emerso che i consumatori preferivano acquistare salsicce dal banco macelleria perché inconsciamente ritenevano che fossero più fresche rispetto a quelle preconfezionate. Tuttavia, nel caso dei metodi di ricerca di mercato tradizionali, gli intervistati avevano dichiarato che questo aspetto non aveva affatto influito sulla loro decisione d'acquisto.