Questo sito consente l'invio di cookie anche a terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

IT
Loading...

Il sorpasso di Ferrari è durato solo un anno: nel 2019 Ferrero è tornato di nuovo in testa confermandosi la Best Corporate Brand più amata dagli italiani e dal mercato. Riprende così un predominio durato dal 2015 al 2017 e interrotto solo nel 2018 dal marchio del cavallino rampante. 

Nella classifica Best Product Brand arriva un'altra conferma: Coca Cola, già prima nel 2016 e seconda nel 2017 e 2018, torna al numero uno, ma la grossa novità è nel Best Growth Brand,la classifica dedicata alle marche che crescono di più negli ultimi 12 mesi, qui JBL marchio leader nei diffusori acustici irrompe all’improvviso superando marche note di retail, food e abbigliamento. Infine l’attesa classifica dei Best Digital Life Brand, vale a dire le marche che più contribuiscono a migliorare ogni giorno la nostra vita nell’era digitale, ha visto il predominio di Amazon. Un risultato difficile da smentire.

 

Sono le indicazioni più evidenti emerse nella 5a edizione di Best Brands che si è svolta mercoledì 20 novembre negli studi Rai di via Mecenate. Una vera “festa delle marche italiane” creata nel 2015 da Serviceplan e GfK che decisero nel 2015 di introdurre anche in Italia la classifica nata in Germania 16 anni fa e che oggi è diffusa in sei paesi del mondo. Un successo dovuto anche alla formula peculiare: un algoritmo esclusivo di proprietà GfK che integra i risultati economici del marchio con la sua capacità di parlare al “cuore” dei consumatori misurata da un’indagine che in Italia coinvolge 6.500 consumatori.

Un prestigio confermato anche dal significativo patrocinio di UPA e dai partner che affiancano Serviceplan e GfK: Rai Pubblicità, 24ORE System, IGP Decaux e ADC Group e chemercoledì 20 sera si sono ritrovati insieme di fronte ad una platea di 400 imprenditori italiani con il compito di svelare le tanto attese classifiche del 2019.